Al Petrolini la divertente commedia ” Stasera Pizza e Psicologo? “

Stasera Pizza e Psicologo? - Commedia al Teatro Petrolini

Dal 10 Marzo 2023 Teatro Petrolini, Via Rubattino 5, Testaccio, Roma|

Diretto da Felice Corticchia.
Scritto da Daniele Costantino Tore

Con Fabio Telesca, Sabrina Tutone, Marco Capogna, Maurizio Di Meo.

Scenografia di Antonello Russo

Daniele è un giovane Speedy Pizza. Un giorno ha un’idea geniale, si inventa insieme al capo: lo Speedy Pizza-Psicologo!
Che c’è di meglio di qualcuno che ti porta una pizza fumante e ti aiuta a superare le angosce?

In scena una coppia di sposini, un giovane che ha paura di affrontare il futuro, un single… e i consigli scanzonati di un finto psicologo.

Una commedia tutta da ridere, gustosa e terapeutica ideata e scritta da Daniele Costantino Tore e diretta da Felice Corticchia, sul palco del Teatro Petrolini dal 10 al 12 Marzo.

Vi aspettiamo:

Venerdì 10 Marzo 2023 alle 20.30 (Prezzo biglietto 13€ + 2€ di tessera associativa del teatro)
Sabato 11 Marzo 2023 alle 20:30 (Giornata di raccolta fondi in sostegno dell’associazione “Salviamo la Mente”, prezzo biglietto 18€ + 2€)
Domenica 12 Marzo 2023 alle 18.00 (Prezzo biglietto 13€ + 2€) INFO PRENOTAZIONI
What’s app prenotazioni : 333 9678446
Prenotazioni: 065757488
Dal sito del Teatro Petrolini

Viaggio virtuale attraverso le stanze del Museo della Mente

Comunicato Stampa

Un viaggio senza limiti di spazio e tempo, un vero e proprio percorso narrativo; questo è quello a cui si potrà assistere entrando sul sito del Museo Laboratorio della Mente.

Il museo è situato all’interno del Parco Santa Maria della Pietà, ex ospedale psichiatrico in zona Monte Mario a Roma, chiuso definitivamente nel 1999. Il Parco ha ospitato, fino a quella data, il manicomio provinciale, inaugurato nel 1914 su progetto dell’Arch. Francesco Azzurri come “manicomio villaggio”; occupava una superficie di 150 ettari con 43 edifici, di cui 29 padiglioni dedicati alla degenza.

Uno di questi padiglioni è oggi la sede del Museo Laboratorio della Mente divenuto luogo della memoria, delle tracce, attraverso testimonianze originali dalle voci dei pazienti, per conoscere meglio le dinamiche di malattie difficili da comprendere, articolate e complesse. Ciò è stato reso possibile grazie alla narrazione realizzata da Studio Azzurro nel 2008.

Il 12 Gennaio scorso, il Dottor Pompeo Martelli, direttore del Museo, ha presentato alla conferenza stampa tenutasi nella Sala Basaglia del Santa Maria della Pietà, l’Interactive Visit Experience, progetto diretto e prodotto da Marco Bonfante e Roberto Campagna, con la supervisione della direzione del museo e del suo staff.

Il progetto è volto a preservare e potenziare il ruolo svolto in questi anni per lo sviluppo di una cultura della salute, attraverso innovativi linguaggi e programmi per la salute mentale, la lotta allo stigma, l’inclusione sociale, l’empowerment e l’engagement con la comunità locale, nazionale e internazionale. Il Museo resterà chiuso per lavori di ampliamento ed è stata proprio questa necessità, di non “lasciare fuori” i visitatori del museo per tutta la durata dei lavori, l’input che ha permesso la collaborazione del Dott. Martelli con i registi Marco Bonfante e Roberto Campagna per la realizzazione di questo innovativo modo di scoprire un museo anche a distanza.

L’Interactive Visit Experience, la cui realizzazione è stata resa possibile grazie al sostegno della N&C System integrator, vuole allontanarsi un po’ dai classici virtual tour, che la maggior parte delle volte forniscono pochi contenuti e in maniera poco fruibile per il visitatore. Partendo dalla propria esperienza ventennale in ambito registico e di videocomunicazione televisiva, Bonfante e Campagna hanno messo a punto un vero e proprio “format” con il nome di Ubiqui, che consiste in un compound di nuove tecnologie, con cui si intende raccontare luoghi e spazi in maniera immersiva, coinvolgente e virtuale. Questa parola, non vuole e non deve essere sinonimo di superficialità e di mera oggettività rispetto alla visita in presenza di un museo, una mostra o uno spazio espositivo; Ubiqui, al contrario, è un modo alternativo e integrativo dell’esperienza fisica, “di persona”, che fà il visitatore. E’ un modo per approfondire argomenti e integrare contenuti non fruibili con la visita in presenza.

Andando sul sito sito www.museodellamente.it , i cui contenuti sono disponibili sia in italiano che in inglese, è possibile, “entrare” gratuitamente nel Museo ed essere aggiornati sulle attività, esplorando l’attuale percorso espositivo a 360° e scoprendo elementi nuovi e inediti che arricchiscono l’esperienza di visita.

Il link ufficiale:

www.museodellamente.it

Per maggiori informazioni su Ubiqui: www.ubiqui.eu

Chloe e Nonno Orologio il nuovo libro di Barbara Panetta

Comunicato stampa

Chloe e Nonno Orologio
di Barbara Panetta
ISBN: 9781838054779
Genere: libro bilingue per bambini
Pagine: 44
Prezzo: Euro 9.99
Disponibile dal 4 giungo 2021
Per maggiori informazioni si invita a visitare il sito
ufficiale di Ant Chloe: http://www.antchloe.com

Tutti i libri di Ant Chloe sono tradotti in diverse lingue, il ricavato è donato in beneficienza
alla Momentum Children’s Charity, associazione che supporta bambini malati di cancro

Chloe e Nonno Orologio è una deliziosa storia per bambini scritta in inglese e tradotta in
italiano, arricchita da rime per facilitare l’apprendimento della lingua. Ogni libro di Ant
Chloe è arricchito da un video libro narrato da un madrelingua inglese, per aiutare il bambino
a imparare la corretta pronuncia. La morale, creata in collaborazione con la psicologa
infantile Giovanna Campolo, insegna l’importanza del lavoro di squadra e delle abilità
individuali di ogni bambino. Allo stesso tempo mette in evidenza il forte senso della famiglia,
in particolare il legame con i genitori e la collaborazione tra fratelli e sorelle. Il vecchio
Nonno Orologio, per via di una tempesta, si rompe. Mamma e papà formica, insieme alle
formichine, si avventurano alla ricerca dei numeri perduti.
Il primo video libro Chloe’s Promise, in italiano La Promessa di Chloe, è stato narrato dal
presentatore televisivo britannico ITV Ben Shephard. Chloe and the Gr-ant father Clock, in
italiano Chloe e Nonno Orologio, ha ricevuto l’interpretazione narrante dell’attrice britannica
presentatrice televisiva BBC Sally Philips (conosciuta per il Diario di Bridget Jones). La
colonna sonora è curata dal compositore Alessandro Viale, da lui eseguita al pianoforte con la
violinista Laura Marzadori, Primo violino della Scala di Milano.
Il libro è edito da PLEBU Ltd, una casa editrice britannica nata nel febbraio 2020 a Londra.
Si focalizza su storie prevalentemente destinate a un pubblico giovanile con intenti creativi ed educativi.

Elenia Scarsella e il suo “Non solo Selfie” a Euroma2

È rivolto ai giovani e a chi voglia imparare nozioni di fotografia, il prossimo appuntamento del Caffè Letterario di Euroma2, che vedrà ospite, venerdì 25 settembre alle ore 18:00, la blogger Elenia Scarsella, che ha scritto il suo primo libro sul tema dell’immagine e dell’accettazione di sé stessi, dal titolo NON SOLO SELFIE. Un prontuario che contiene preziosi consigli e accorgimenti utili per riuscire a restituire sui Social la migliore immagine di noi stessi.

Interverranno alla presentazione la giornalista RAI Antonietta di Vizia e la psicologa Emanuela Scanu, per indagare sui risvolti psicologici che si celano dietro la moda dei selfie, che sta spopolando ormai da diversi anni sul web.

Per Elenia Scarsella, parola d’ordine nella vita, come sui Social, è la spontaneità. Ma chi non si è sentito almeno una volta impacciato o a disagio facendosi un autoscatto?

In questo agile manuale vengono fornite istruzioni su come orientarsi di fronte alla videocamera, per non commettere banali errori che rischiano di compromettere l’intera foto.

Un libro in cui l’Autrice si mette in gioco in prima persona e che si può leggere senza prendersi troppo sul serio, ricco di esempi pratici e photogallery.

Vengono messi in luce gli ultimi trend e mode lanciate dalle star e messe in evidenza quelle piccole regole di stile, che aiuteranno a rendere più intrigante la propria immagine.

Questo versatile manuale, affrontando il tema dei selfie, naturalmente accenna alle basilari regole della fotografia: dallo studio della luce, al contesto in cui viene inserito il soggetto, il ritratto, le foto in movimento e le foto Curriculum.

Il tutto viene proposto in un linguaggio molto semplice e diretto. Tenendo conto anche delle piattaforme a cui sono destinate le foto, come ad esempio i Social Network, viene fornito anche qualche elemento di Social Media Marketing che aiuta a gestire al meglio la promozione del “lavoro” fatto sulla valorizzazione della propria immagine, con maggiore cognizione e consapevolezza.

Il Caffè Letterario di Euroma2 è un appuntamento quindicinale che si svolge il venerdì pomeriggio, alle ore 18:00 circa, al secondo piano del Centro Commerciale, di fronte alla Libreria Feltrinelli ed è uno spazio moderato da giornalisti e Autori, rivolto al pubblico di visitatori, in cui scoprire le novità editoriali e potersi confrontare su tematiche di attualità e cultura.

Elenia Scarsella è una donna poliedrica, ingegnere per lavoro, ma anche blogger affermata. Vive e lavora a Roma in una nota società di costruzioni.

Nel 2012 ha creato “Blog and the City” (www.blogandthecity.it), che in pochi anni è diventato molto seguito e, ad oggi, conta più di 50.000 followers tra Blog e Social.

Una donna che esprime la sua creatività e che ama descrivere il contesto in cui vive, gli eventi a cui partecipa, definendosi una Lifestyle Blogger, appassionata di Web Marketing e Comunicazione Digitale.

Al via VINÒFORUM, lo spazio del gusto 2020

Finalmente ci siamo: a partire da venerdì 11 settembre il Parco Tor di Quinto, oasi verde di oltre
12.000 mq nel cuore di Roma, aprirà le porte per ospitare la 17^ edizione di Vinòforum Lo Spazio
del Gusto 2020
, manifestazione di rilievo nel panorama enogastronomico nazionale e primo grande
evento tematico in scena dopo gli annullamenti causati dall’emergenza sanitaria. Per 10 giornate,
fino a domenica 20 settembre, appassionati e addetti ai lavori potranno dunque tornare a
incontrarsi, nel rispetto ovviamente di in un rigido protocollo di sicurezza atto a fornire tutte le
garanzie del caso ai visitatori e agli ospiti della manifestazione.
Tra i banchi d’assaggio saranno presenti oltre 600 aziende vitivinicole provenienti dal Nord al Sud
dello Stivale (e non solo), offrendo la possibilità di degustare circa 2.500 etichette differenti. Decine
i momenti di approfondimento previsti, con focus sul vino, sull’olio extravergine d’oliva, sul caffè e
sui sigari. Importante l’offerta food, grazie agli oltre 30 chef di Roma e del Lazio che si alterneranno
nei temporary restaurant di Vinòforum.
“Pur organizzando eventi ormai da molti anni – sottolinea Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum –
non nascondiamo l’emozione per la partenza di un’edizione che, inutile negarlo, è diversa dalle altre.
Siamo fieri di essere i primi a dare nuova linfa a un comparto vitale per il Paese. A maggior ragione,
l’attenzione per le norme di sicurezza sarà ai massimi livelli. Ci auguriamo, allo stesso tempo, che
tutti i visitatori e le aziende partecipanti possano godere finalmente a pieno di un evento del genere”.
Un avvio che si annuncia in grande spolvero, come testimoniano i volti presenti e gli appuntamenti
in programma già durante il primo week-end di manifestazione, a partire dai cuochi stellati e dagli
osti rinomati al comando delle sei cucine a vista giornaliere.
Venerdì 11 e sabato 12 settembre, accenderanno i fornelli: Anthony Genovese del ristorante Turné
(Roma), Sara Scarsella e Matteo Compagnucci di Sintesi (Ariccia), Paolo d’Ercole di Eufrosino
(Roma), Daniele Roppo de Il Marchese (Roma), Andrea Pasqualucci del Moma (Roma) e Maria Luisa Zaia de L’Oste della Bon’Ora (Grottaferrata).

A questi domenica 13 daranno il cambio: Tommaso Tonioni di Achilli al Parlamento (Roma),
Yamamoto Eiji di Sushisen (Roma), Federico Delmonte di Acciuga (Roma), Paolo Borgese di Collegio
(Roma), Marta Maffucci di Misticanza (Roma) e Fabrizio Pagliaroni di Buccia (Sabaudia).
Ogni temporary restaurant preparerà per l’occasione tre tra i propri piatti più gettonati (acquistabili,
senza prenotazione, a partire dalla democratica cifra di 6 euro a portata), dando vita a un menu
ampio e in grado di soddisfare ogni gusto. Creazioni che sarà possibile abbinare non solo ai vini
presenti nei banchi d’assaggio, ma anche alle etichette firmate Krug, Dom Perignon, Veuve Cliquot,
Moët & Chandon e Ruinart, reperibili presso il Bar à Champagne di Vinòforum.
A completare l’offerta food, per tutta la durata della manifestazione, saranno gli stand Calvisius
Caviar Lounge, con pregiate preparazioni a base di caviale, L’Oliva all’Ascolana Dop, con fritti
gustosi e ben fatti, e Il Catanese, con i suoi golosissimi cannoli siciliani.
Sul versante vino, i veri appassionati potranno prendere parte (solo su prenotazione) alle Top
Tasting, serie di degustazioni guidate da personaggi di spicco del settore, tra i quali enologi e
produttori, tese a omaggiare alcuni dei gioielli dell’enologia mondiale.
Venerdì 11 si aprono le danze con “La Champagne raccontata attraverso le etichette Gallimard
Père et Fils”. Sabato 12 si rientra nei confini nazionali con “Don Luigi e Di Majo Norante: i simboli
del Molise vitivinicolo, una storia pionieristica di padre in figlio”. Domenica 13 si chiude in bellezza
il fine settimana con “La grandezza della Barbera secondo Michele Chiarlo”.
Notevole sarà poi lo spazio dedicato alla diffusione della cultura dell’olio extravergine di oliva, da
sempre uno dei simboli del Made in Italy nel mondo. Unaprol ed Evoo School Italia cureranno,
giornalmente, numerosi corsi e degustazioni di vari livelli, ai quali tutti i visitatori potranno
partecipare gratuitamente, previa prenotazione in loco e fino a esaurimento posti.
Stesse modalità (partecipazione gratuita e prenotazione sul posto) per approfondire la conoscenza
di un altro elemento onnipresente sulle tavole degli italiani: il caffè. Caffè Hausbrandt proporrà un
laboratorio a sera, con l’intento innanzitutto di fornire agli interessati, addetti ai lavori o semplici
appassionati, le nozioni idonee a riconoscere e apprezzare un buon caffè.
Altro interessante focus sarà quello sui sigari. Presso lo stand del Club Amici del Toscano andranno
in scena ogni sera ben due laboratori di degustazione e abbinamento sigaro toscano e vino o
distillato (anche in questo caso, partecipazione gratuita con prenotazione in loco).
Dedicato invece esclusivamente agli operatori del settore (e dunque con accesso consentito solo
tramite invito) è il cosiddetto Salotto del Vino, ovvero la Business Lounge di Vinòforum. Fittissimo il
calendario degli appuntamenti, con gruppi, celebri maison, associazioni e consorzi pronti a salire sul
palco per approfondire la conoscenza di territori e vitigni. Venerdì 11 e sabato 12 presenterà le
proprie etichette la celebre azienda Duca di Salaparuta mentre, domenica 13, i riflettori saranno puntati sui vini naturali di Vinàmica.

COLPO D’OCCHIO SU VINÒFORUM 2020
DATE: 11-20 settembre 2020
LOCATION: Parco Tor di Quinto – Via Fornaci di Tor di Quinto, 10 Roma
ORARI: dom- giov 19 – 24 // ven – sab 19 – 01
Biglietto di ingresso comprensivo di calice e carnet da 10 degustazioni di vino.

Per info e prenotazioni http://www.vinoforum.it

“Premio delle Arti”. Al via la prima edizione al Teatro Studio 8 di Nettuno

Con il patrocinio del comune e della Pro Loco di Nettuno, il 26 agosto dalle 21.30 al Teatro Studio 8   Via Nettuno-Velletri, 8 00048 Nettuno (RM)

Abbiamo bisogno di sognare, di riscoprire la bellezza, le arti e la cultura.

Madrina dell’evento la splendida attrice Sissi Martina Palladini Farruggia

Il “Premio alle Arti” è un evento dedicato alle Eccellenze Nazionali e Internazionali, (moda, fashion, arti, design, cinema, musica, giornalismo) che verranno premiati durante la manifestazione, ricca di ospiti di prestigio del mondo dello spettacolo e del giornalismo, ha lo scopo di valorizzare il territorio di Nettuno, paesaggio suggestivo e unico con la sua storia (il Borgo di Nettuno, il Forte Sangallo).

Durante la serata verranno assegnati dei Premi alla Carriera all’attore Pino Quartullo, uno dei nomi più importanti del cinema e teatro in Italia, allo stilista Filippo Lafontana e alla giornalista Vittoriana Abate, inviata di Porta a Porta (Rai 1).

Una serata di Gala, dedicata all’arte, condotta dalla giornalista Barbara Castellani,  con la direzione artistica di Anna Silvia Angelini,

direttore organizzativo Antenore Guadalupi, in collaborazione con Guardia Nazionale A.E.Z.A (comando regione lazio), ente nazionale sportivo italiano sociale, Pro Loco Nettuno, organizzazione a cura di  Francesco Ruggirello e Giampiero Bonomo, Teatro Studio 8, Liberi Teatranti.

26 agosto ore 21.30

Teatro Studio 8

Nettuno.

Durante l’evento verrà allestita una suggestiva mostra pittorica, un omaggio alla bellezza e all’ arte.

Al termine seguirà Vin d’honneur.

Il tutto nella più totale sicurezza e rispetto delle norme anti-Covid.

Serata#charity a favore del centro d’ascolto “Uscita di Sicurezza”contro la violenza sulle donne.

 

Si ringraziano i sponsor:

La Bottega della pasta Cristofari

Damiana Fiorentini Gioielli

Boutique, Modeanna

La Pecora Nera

MAMA Hairdressing

Carrozzeria Capital

Briciole di Rossella

L’Impero del caffè

Bergami Immobiliare

Farmacia Scandellari

Legno Market

Petali Flowers

Dal Folle ristorante

Supermercato Tigre amico

Bar Il Gabbiano

Associazione Nettuno Life

Pizzeria Papadoc

Colosseum Music Day

Musica, tanta musica “tosta” per ripartire dopo il lockdown e farci ballare sul divano di casa come fossimo in discoteca. Sarà il maestoso Colosseo, simbolo di Roma nel mondo, a far da cornice all’ ora dell’aperitivo all’ evento musicale ideato e curato dal dj e producer romano noto a livello internazionale Emanuele Inglese che accompagnerà la sua performance ad una raccolta fondi in favore della Croce Rossa Italiana (www.cri.it), in prima linea come sempre anche durante l’emergenza Covid-19. Emergenza che non si può certo dire finita del tutto, anche se il lockdown è terminato e si sta lentamente tornando ad una vita normale. Ma se bar, ristoranti e altre attività hanno riaperto i battenti non si vede ancora uno spiraglio di luce per i locali notturni, che pur danno lavoro a tantissime persone. “Colosseum Music Day”, questo il titolo del live-dj-stream accompagnato dall’hashtag #torneremoasplendere, nasce proprio per questo: non solo per supportare la Croce Rossa Italiana ma per sensibilizzare il Governo a pensare anche ai lavoratori di discoteche, locali notturni e clubbing musicali italiani, penalizzati in questo delicato momento più di altri, non potendo riaprire e lavorare chissà per quanto altro tempo. Solo, su una splendida terrazza davanti al Colosseo, suggestivamente allestita con bracieri ardenti e statue della Roma imperiale, Emanuele Inglese si esibirà in un Dj-set mixando per 2 ore musica elettronica e house, tra rivisitazioni di brani famosi e nuovi, che sarà trasmessa in diretta streaming sui suoi canali social (pagina Facebook Emanuele Inglese) e sulle più importanti piattaforme social dei club di intrattenimento che supportano l’iniziativa. L’appuntamento è il 31 maggio dalle ore 19 alle 21.
Un’esperienza da non perdere, la risposta romana ad importanti simili iniziative già realizzate nel mondo (vedi quella di Bob Sinclair a Parigi e di David Guetta a Miami), ma ancora più emozionante perchè il tutto sarà avvolto dalle fantastiche immagini riprese dai droni dell’area archeologica dell’Antica Roma, un volo radente nel cuore pulsante della Città Eterna in compagnia dei migliori mix elettronici. “La forza lavoro, la creatività, l’arte dello svago, la musica, la moda ed il divertimento che da sempre genera il mondo del clubbing non deve essere dimenticato ma deve considerarsi una necessità primaria per la nostra cultura e per i giovani”, spiega Emanuele, che ha iniziato a fare il Dj all’età di 16 anni e ha lavorato al fianco di Vladimir Luxuria negli anni d’oro di Muccassassina come dj-resident, ha lanciato le one-night “Scandalo” e “Diabolika” per poi passare al “Cocoricò” di Riccione e in seguito volare, richiestissimo, in giro per l’Europa: Berlino, Spagna, Svizzera, Londra, Canarie. Tra le sue produzioni musicali va ricordato il successo mondiale “Saxtronic Love”, su etichetta Paprika, il mix “Keep lost”, la compilation “House People Vol.1” (Paprika Records), “Stoned Age EP” (Fahrenheit Records). “Ho scelto di esibirmi il 31 maggio perché è il mio compleanno numero 44, ma soprattutto per lanciare un messaggio di solidarietà verso il nostro amato settore clubbing, ora fermo totalmente, ma che merita di tornare a splendere il prima possibile con tutta la sua essenza creativa e di cultura per i giovani. Con questa performance al Colosseo voglio anche dare il mio contributo a chi sta vivendo questi mesi in prima linea per aiutare i più vulnerabili come i volontari e gli operatori della Croce Rossa Italiana. Non nego che suonare nel cuore pulsante della mia città e davanti al monumento simbolo eterno della grande storia di Roma, è per me un modo di celebrare l’amore immenso che ho per Roma. Già un mese fa, dopo aver visto altre bellissime iniziative simili in tante metropoli del mondo, ho sentito la necessità di fare qualcosa anche io. Per questo dj-set ho lavorato assiduamente per giorni e sono contento di aver ottenuto la disponibilità di varie associazioni e club della nightlife. Saranno due ore piene e dense di emozioni che rimarranno scolpite nel mio cuore anche grazie alle immagini incredibili di Roma avvolta dai suoni della mia musica!”. #torneremoasplendere http://www.facebook.com/emanueleinglese
______________________________________

Sound system • Audio Factory
Film maker • NoiseBeat Studio
Scenography • Lucilla Furfaro
Friendly collaboration • Santacruz
Press • Gabriella Sassone
Office • Perla
FB event • Fabio Mastromatteo
Concept & Live dj set • Emanuele inglese

Maria Delfina Tommasini e “La contessa di Salasco”

Comunicato Stampa

Biografia romanzata di una appassionata donna risorgimentale
Yume edizioni

Presentazione Stampa/aperitivo 27 febbraio 2020, ore 18.30 presso redazione RomaOggi.eu in via di Tor di Quinto 31, Ponte Milvio- Roma

Presenti oltre all’autrice Maria Delfina Tommasini, la giornalista Antonietta Di Vizia, la psicologa dott.ssa Emanuela Scanu. Letture dell’attrice Natalia Simonova che in teatro da anni porta in scena storie di donne che hanno cambiato la storia dall’800 ad oggi.
La contessa di Salasco donna del Risorgimento italiano, per lo più sconosciuta al grande pubblico rivive nella storia e nelle trame di corte grazie al minuzioso lavoro della scrittrice Maria Delfina Tommasini, che in questo libro porta alla luce la storia romanzata di una nobildonna affascinante e anticonformista che ha vissuto l’epopea del Risorgimento.
La contessa di Salasco, una donna intraprendente, audace, incontra nel suo percorso Cavour, George Sand, Torquiville, Mazzini, Luciano Manara ed entra in intimo contatto con Giuseppe Garibaldi al quale si sentirà legata per sempre.
Un libro su una donna la contessa di Salasco che ci fa vedere quanta strada abbiamo fatto dall’800 a oggi, ma quanta ancora ne dobbiamo fare. Fino a quando si penserà che il nostro modo di vestire è provocatorio e quindi è colpa nostra se siamo oggetto di stupro; fino a quando fra le pareti domestiche vivremo i nostri amori malati tacendo e sopportando angherie; fino a quando per lo stesso lavoro saremo pagate di meno rispetto a un uomo, fino ad allora dovremo ancora molto lavorare su comunicazione ed educazione. Inoltre la passione di Maria per “fare l’Italia” era molto forte, un sentimento vero che chi fa politica oggi non possiede se non in minima parte.
All’autrice Maria Delfina Tommasini abbiamo chiesto:
Come nasce questo libro? “Il libro nasce dal mio desiderio di raccontare la storia di una donna sui generis; una donna, però, che non fosse così nota e la Contessa di Salasco è conosciuta per lo più solo agli addetti ai lavori. (Si conosce Clara Maffei, La Belgioioso, La Castiglione). Volevo che la storia facesse da cornice al mio romanzo e, così, ho cominciato le mie ricerche proprio nel periodo risorgimentale, dopo aver letto un articolo su Anita Garibaldi”.
Le lettere che sono parte integrante di questo lavoro di ricostruzione sono reali o frutto di uno stratagemma narrativo? “Per quel che riguarda le lettere, parte sono frutto di uno escamotage narrativo, parte, la corrispondenza fra Garibaldi e la Contessa, sono reali. I due dopo la loro storia d’amore sono rimasti in contatto per molti anni”.
A livello emotivo chi è la contessa di Salasco? Mi sono innamorata del personaggio man mano che facevo le mie ricerche e, piano piano, me la sono immaginata accanto a suggerirmi cosa scrivere. Maria, così si chiama, è una donna moderna, dei nostri tempi la sua unica inconsapevole colpa è quella di essere nata nel 1830. Anche il suo fisico è la dimostrazione di ciò: tonico, agile, corroborato dalle lunghe cavalcate e non morbido e burroso come le dame di allora. Una donna pronta a lanciarsi con passione nella vita.
La contessa è una passionaria, che vive intensamente tutto ciò che le accade, una donna molto moderna e libera, in che modo e a quale prezzo? “Questo suo modo di sentire e di vivere fregandosene di ogni conformismo avrà un prezzo da pagare. Vivrà a lungo ma dimenticata e umanamente sola. Rimarranno a farle compagnia i suoi adorati animali mentre la sua mente comincerà ad annebbiarsi”.
Quanto è stato complicato ricostruire questa storia e quanto tempo le è occorso? La storia mi è scivolata dentro quasi subito chiaramente ha comportato un lavoro di lettura di testi, di visone di filmati e di ricerca ai quali ho applicato qualche digressione. Il manoscritto è stato per quasi un anno nel cassetto fino a quando non ho trovato un io narrante che mi ha dato il coraggio di pubblicarlo.
Tante le avventure alla quali prende parte, quali quelle più difficili da raccontare? “Tutte le avventure sono state contemporaneamente facili e difficili perché mentre scrivevo la storia la vivevo insieme a lei e quindi sfrondavamo, iniettevamo nuovi input, mitigavamo le passioni amorose e patriottiche o le incentivavamo. Dove ho avuto un blocco è nell’inserimento di date e avvenimenti storici perché non era nelle mie intenzioni farne un saggio e avevo sempre l’impressione di esagerare o di dire troppo poco”.
Molto sesso in questo libro, difficile raccontare la vita sessuale di una donna dell’800? “Il sesso fa parte della vita e in particolare di quella di Maria che non aveva certo tabù. Non credo ci sia nulla di erotico nei suoi comportamenti è solo il suo modo di vivere tutto appieno nel bene e nel male. Certo per allora era una donna decisamente fuori dagli schemi”.
Per chi è questo libro e a chi lo consiglia? “Si tratta chiaramente di un libro su una donna che ci fa vedere quanta strada abbiamo fatto dall’800 a oggi, ma quanta ancora ne dobbiamo fare. Fino a quando si penserà che il nostro modo di vestire è provocatorio e quindi è colpa nostra se siamo oggetto di stupro; fino a quando fra le pareti domestiche vivremo i nostri amori malati tacendo e sopportando angherie; fino a quando per lo stesso lavoro saremo pagate di meno rispetto a un uomo , fino ad allora dovremo ancora molto lavorare su comunicazione ed educazione. Inoltre la passione di Maria per “fare l’Italia” era molto forte, un sentimento vero che chi fa politica oggi non possiede se non in minima parte. Quindi buona lettura a chi vuole scoprire qualche curiosità sull’epoca del Risorgimento, a chi vuole conoscere sentimenti di passione e di delusione, a chi vuole conoscere la vita di una nobildonna anticonformista e affascinante e consiglio, comunque, di leggere senza pregiudizi.

 

 

copertina libro

 

Ad Anagni la 10ma edizione di Dance Explosion Competition

Dance Explosion Competition giunge alla 10ma edizione che si terrà il 14 e 15 Marzo 2020 ad Anagni come di consueto. Tante già le adesioni da parte delle scuole di danza e dei danzatori dai baby agli adulti. Una competizione che scalda il cuore della Città dei Papi e dei tantissimi amanti di questa bellissima disciplina. La competition è stata ideata ed organizzata da Marco Franceschetti, da sempre promotore di eventi dal forte impatto artistico e, per questa decima edizione, ha voluto accanto a se, oltre all’oramai collaudata coppia Gaetano d’Onofrio e Annamaria Ranelli alla conduzione, una nutrita giuria di professionisti della danza di livello internazionale con la direzione artistica di due grandi nomi ed amici: Gaetano Porto per la giornata dedicata alla sezione Urban Street e Michele Moretti per la giornata dedicata alla sezione Dance. Ma andiamo a conoscerli meglio iniziando dal direttore artistico della prima giornata del 14 marzo:
Gaetano Porto, Insegnante e coreografo che ha danzato nella tappa di Napoli del Lovumba Tour del re del reggaetone Daddy Yankee. Collabora con Orlando Moltoni nei progetti La Familia, Buddha G Community, coreografo della Indafamily Crew (World Of Dance, The Flow ) finalisti ad ITALIA’S GOT TALENT. Ha aperto il concerto di Clementino, Marracash , RTL Pizza Village di Napoli ed è direttore artistico di diversi eventi sul territorio nazionale e, soprattutto, della WildStyleProjectDanceLab, una delle organizzazione più attive della scena hip hop che ospita artisti nazionali ed internazionali durante tutto l’anno. Tra gli impegni oltralpe è anche insegnante per HipHopInternational in Portogallo e per Next Level convention in Belgio.
Direttore artistico del settore Danza nella giornata del 15 Marzo sarà Michele Moretti il cui amore per la coreutica lo porta a trasferirsi sin da giovanissimo a Roma e raggiunge la popolarità con il noto programma Amici di Maria De Filippi 2005. Da quel momento gli si aprono tante porte nel mondo dello spettacolo, con collaborazioni per diversi show televisivi e teatrali, in Italia e all’estero. Continua a studiare e perfezionarsi tra Londra, New York e Los Angeles. Danza e collabora con diversi e noti coreografi internazionali e tra i suoi lavori più importanti ricordiamo: video clip con Jackson Wang for FENDI, Amici, tour con Renato Zero, Eurovision Song Contest, diverse edizioni del festival di Sanremo, Vacanze Romane, Wind Music Awards, Divina Commedia, I miglior anni, Ciak si canta, Tu si que vales, Enrico Brignano, Vengo anch’io e tanto altro.
Due grandi capitani per una squadra che è più che altro una famiglia composta da persone innamorate della danza e dello stile di vita che essa impone. Una vita di sacrifici e soddisfazioni nella massima unione tra musica ed espressione corporea.
Per info danceexplosion@libero.it

“Sogno e Realtà”, spazio alla libertà espressiva

La mostra d’arte “Sogno e Realtá”, si potrà visitare, dal 22 al 26 Gennaio 2020, presso la Galleria “Il Laboratorio“, via del Moro, 49, nel suggestivo e affascinante quartiere di Trastevere nel cuore di Roma. Curatori ed organizzatori della mostra/evento, Sonia Vecchio e Claudio Alicandri, che mettono moltissimo impegno e dedizione in tutto quello che progettano, esaltando però sempre, le qualità e le doti primarie dei singoli artisti.
La mostra, oltre che un’esposizione, sarà un vero e proprio percorso visivo ed emozionale, da vivere intensamente. L’arte, del resto, in ogni sua forma espressiva, dona suggestioni, sensazioni, impressioni… e così, le 30 opere esposte, che spazieranno tra pittura, scultura, fotografia e arte digitale, ci racconteranno le diverse personalità dei vari artisti partecipanti, uniti da un’unica ispirazione: “Sogno e Realtà”.
In un tempo così difficile e pieno di egoismi, è fondamentale essere ancora in grado di sognare. Concedersi il lusso di far volare la mente è un bellissimo atto di ribellione, significa rallentare e concedere alla nostra parte più emotiva e irrazionale la possibilità di esprimersi.
Il mondo ha bisogno di sognatori, oggi più che mai. E quindi, ha bisogno di viaggiatori dell’arte, perché la forma più primitiva di viaggio è proprio quella della mente che si rigenera nell’arte, quando si fantastica su luoghi lontani e affascinanti, o su concetti anche astratti e vaghi.
In questa società che ci vuole omologati, freddi, rapidi, produttivi e consumisti, sognare significa costruirsi un accogliente rifugio sempre accessibile, lontano dal rumore della vita quotidiana, dalle responsabilità e dalle preoccupazioni. Quello dove ci nascondiamo in quelle serate nelle quali proviamo un’assurda nostalgia per epoche che non abbiamo mai vissuto e viaggi che non abbiamo mai fatto.
La realtà, altresì, è l’antidoto contro ogni bel sogno, ci fa tornare con i piedi per terra proprio quando ad occhi aperti stiamo fantasticando sulla vita, su come potrebbe essere…. I sogni sono il motore che ci permette di alzarci al mattino senza troppi rimpianti, sono la medicina per affrontare la reale ed abitudinaria quotidianità che si abbatte su di noi… I sogni ci salvano la vita!
E allora lasciamo che “Sogno e Realtà” entrino nei nostri cuori e nello sguardo di tutti coloro che mireranno i capolavori degli artisti presenti nella Galleria “Il Laboratorio”:
Amade’
Silvana Arena
Monica Argentino
Gianfranco Coccia
Paolo Corazza
Raffaella Corradini
Maria Rita D’Agnese
Francesca Di Mario
Francesca Fenu
Fabrizia Frau
Gaia Maria Galati
Loredana Giannotti
Stefania Hepeisen
Giovanni Ingrassia
Adriano Lazzarini
Eleonora Liburdi
Francesca Marsico
Mariassunta Martellone
Elisabetta Martinez
Brindusha Murariu
Stefania Nicolini
Sonia Pasquini
Luisa Pietrangeli
Paolo Pozzetti
Sguardodiuncellulare
Stefania Spera
Maria Trasmondi
Gabriela Trimoska
Sonia Vecchio So.Ve
Claudio Alicandri
E’ prevista, inoltre, l’assegnazione del “Premio Dea Bendata”, previsto per Sabato 25 Gennaio dalle h.17,30 in poi, che si aprirà con una presentazione della mostra.
Madrina d’Eccezione: Marlene-Loredana Filoni
A seguire la coinvolgente
Performance Body To Art Live dell’artista Monica Argentino *
• *Da “Body to Art” la performance art : LULLABY
“Sogno e realtà si abbracciano in una dimensione di mezzo accarezzati da Morfeo e cullati dalla Dea fortuna”.
• Model Sara Mengoni IDea BendataI
• “Body To Art”/Project di Monica Argentino
Performance Human Body art/video installation/music
Body painting Live in interazione con videoproiezioni e sonorizzazioni.
Un progetto di contaminazione tra vari linguaggi artistici per innescare una riflessione fatta di forme, immagini, corpi e suoni.
Con Body To Art si vuole rappresentare il corpo svincolato dagli stereotipi di bellezza, simboleggiando il cambiamento sia fisico che emotivo: materia e spirito.
Nel progetto artistico vengono dipinte modelle ma anche e soprattutto corpi di persone “normali” con canoni estetici comuni, rivendicando il corpo e la sua grande forza come veicolo di messaggi sociali e le performances come momento di indagine profonda del sé.
La corporeità si afferma come il territorio di ricerca identitaria.
Del resto il body painting è una espressione artistica antichissima e nasce come riflesso esterno di un esigenza interna, la stessa necessità dalla quale prende ispirazione l’artista per il suo progetto “Body to Art“.
Crediamo nell’arte e nei sogni dei nostri artisti. Abbiamo pensato dei premi (in denaro) che possa essere investito nell’arte, per contribuire alla creazione e alla diffusione del loro talento.
• PREMIAZIONE
• La “Dea Bendata” estrarrà il nome di tre artisti che riceveranno i seguenti premi.
• ◾️1^ Estratto TERZO PREMIO 💰
• ◾️2^ Estratto SECONDO PREMIO 💰💰
• ◼️3^ Estratto PRIMO PREMIO 💰💰💰

• Consegna, a tutti gli artisti in mostra, degli Attestati di partecipazione.
Orari Mostra:
🔸Mercoledì 22 h.12-h.19
🔸Giovedì 23 h.12-h.19
🔸Venerdì 24 h.15-h.20
🔺Sabato 25 h.15 con Performance|Premiazione|Aperitivo dalle h.17.30
🔸Domenica 26 h.15-h.20
Press Office LF MAGAZINE
| Galleria Il Laboratorio
Via del Moro, 49 Trastevere Roma |
| Ingresso Libero |
| Performance |
| Premiazione |
• | Soft Drink |